Bioprinting in alta risoluzione per incorporare cellule vive in matrici 3D

Grazie a uno speciale bio-inchiostro, un gruppo di ricercatori dell’Università di Vienna è riuscito a incorporare cellule viventi in una matrice stampata in 3D con altissima precisione e con un processo molto più rapido rispetto a quanto ottenuto finora.

Questo contenuto è riservato agli operatori sanitari iscritti al portale.

Rientri in questa categoria? Registrati oppure effettua il login per accedere ai nostri approfondimenti.


Utenti collegati esistenti
   
Redazione
Redazione