Centro Ricerche e Studi Amplifon: dal 1971 un riferimento in audiologia e otologia

In occasione del CRS 50 For a Healthier Future, le comunità scientifiche e i professionisti sanitari discuteranno sul tema della multidisciplinarietà, relazione medico-paziente sulla qualità di vita.

CRS 50 For a Healthier Future, l’evento in cui festeggeremo i primi 50 anni del CRS. Le quattro giornate di maggio, 11-12-13-14, saranno organizzate in tavole rotonde in cui comunità scientifiche e professionisti sanitari discuteranno sui temi del futuro del CRS, multidisciplinarietà, relazione medico-paziente e qualità di vita.

Quest’anno ricorre il cinquantesimo anniversario dalla fondazione del Centro Ricerche e Studi Amplifon (CRS), da sempre punto di riferimento per la comunità scientifica in ambito audiologico e otologico. Il CRS, infatti, si dedica dal 1971 allo sviluppo della conoscenza sulla salute uditiva , all’aggiornamento e formazione di medici e professionisti sanitari.

Il CRS collabora con istituti universitari e società scientifiche nazionali ed estere, con l’obiettivo di promuovere la cultura del progresso e dell’innovazione in otorinolaringoiatria e fornendo contenuti sempre attuali, anche legati alle necessità delle figure sanitarie sul territorio.

CRS 50 anni For a Healthier Future

Proprio per l’importanza che le relazioni e il networking hanno avuto in questi 50 anni, il CRS ha organizzato l’evento CRS For a Healthier Future, per celebrare questo importante traguardo insieme ai key opinion leaders e professionisti che hanno accompagnato i progetti e le iniziative di questi anni.

Nella quattro giornate di maggio si rivivrà la storia del Centro Ricerche e Studi Amplifon, e verranno condivise le sfide e obiettivi futuri, ponendo anche lo sguardo sulle conseguenze e opportunità instaurate dalla pandemia nel mondo sanitario. La prima giornata di evento dell’11 maggio sarà infatti dedicata a tavole rotonde nazionali, in cui società scientifiche e key opinion leaders condivideranno le proprie esperienze e opinioni riguardo ai temi centrali nel mondo sanitario odierno: la multidisciplinarietà con un focus sul futuro e innovazione, la telemedicina e l’economia sanitaria.

Le tre giornate successive si concentreranno sul contatto con il territorio. I temi su cui si focalizzeranno i dibattiti sono quelli della qualità di vita dei pazienti, quale impatto ha avuto il Covid su di essa e il ruolo dell’ipoacusia nel declino cognitivo. Nelle giornate successive, le tavole rotonde saranno dedicate alla multidisciplinarietà come sinergia tra professioni sanitarie nel percorso del paziente ipoacusico e il ruolo del virtuale nella formazione clinica e nella relazione medico – paziente.

Proprio per l’importanza del legame con il territorio e le relazioni con gli esperti clinici, il CRS annuncerà l’inizio di due concorsi nella prima giornata di evento, il CRS Ear Award, un premio per i medici che più si sono distinti per impegno sociale in quest’anno, e The Best Researcher of the Year, il premio alla più meritevole ricerca scientifica in ambito ORL, con l’obiettivo di promuovere e sviluppare la ricerca medico – scientifica italiana tra i giovani ricercatori. Rimanete quindi aggiornati su tutti i dettagli partecipando all’evento! Le iscrizioni sono aperte su CRS50.

Elisabetta Miato
Elisabetta Miato
Dottoressa in Psicologia Cognitiva e Comunicazione alla Salute