Deglutizione e comunicazione post tracheostomia/laringectomia in pazienti COVID-19

Lo studio si pone l'obiettivo di indagare le principali linee guida da seguire per le procedure di management dei soggetti con tracheostomia e laringecomia, durante la pandemia da COVID-19.

Uno studio multicentrico, pubblicato su JAMA Otolaryngology – Head & Neck Surgery lo scorso mese di ottobre, si è posto l’obiettivo di pubblicare una review sulle principali linee guida da seguire per le procedure di management dei soggetti con tracheostomia e laringecomia, durante la pandemia da COVID-19.

La problematica principale, che tutti i Paesi stanno affrontando in questi mesi, non è tanto la letalità direttamente legata al virus SARS-CoV-2, ma quanto il suo alto tasso di virulenza, che, in concreto, si trasforma in un alto tasso di contagiosità, con conseguenze fatali soprattutto in quella fetta di popolazione considerata fragile. 

La gestione dei soggetti che hanno subito un intervento chirurgico che, di fatto, modifica le vie aeree superiori, com’è il caso della tracheostomia e della laringectomia, rappresenta un momento particolarmente critico in un contesto come quello del COVID-19, per tutti i professionisti sanitari, ma in particolare per i logopedisti, in quanto responsabili della terapia riabilitativa per la deglutizione e per il ripristino della comunicazione. I logopedisti, infatti, sono abitualmente coinvolti nelle procedure di cura della stomia, delle protesi vocali e dell’aspirazione endotracheale con relativa igiene del cavo orale.

I ricercatori hanno incrociato i risultati delle linee guida delle principali Società Nazionali di categoria con le ricerche pubblicate su PubMed. Le Società Nazionali di categoria prese in considerazione sono state la Brazilian Society of Speech and Hearing Therapy, la Speech-Language and Audiology Canada, la American Speech-Language-Hearing Association, la Speech Pathology Australia, la South African Speech-Language and Hearing Association e il Royal College of Speech and Language Therapist. Gli articoli che sono stati identificati su PubMed, dopo analisi dei titoli, degli abstract e del testo completo, sono stati quattro per la tracheostomia e tre per la laringectomia.

Le raccomandazioni da seguire

I risultati, vale a dire le principali raccomandazioni procedurali sono state sintetizzate dai ricercatori in una tabella, che ORL.news ha tradotto qui di seguito:

Area Raccomandazioni
Tracheostomia
Manipolazione della cannula tracheale, deglutizione e aspirazione tracheale
  • Evitare la sostituzione della cannula tracheostomica;
  • evitare di manipolare o rimuovere la cannula interna;
  • mantenere la cannula tracheale ed evitare la sua manipolazione;
  • utilizzare filtri/bendaggi da applicare nella stomia;
  • l’operatore sanitario deve indossare i dispositivi di protezione individuale durante tutte le procedure;
  • ridurre il contatto della stomia con le mani e praticare comunque frequenti lavaggi di mani;
  • evitare la valutazione del riflesso del vomito, della tosse e gli esami intraorali durante le valutazioni della capacità di deglutizione;
  • valutare un tipo di alimentazione non orale;
  • eseguire procedure di aspirazione utilizzando sistemi di aspirazione chiusi con filtri antivirali;
Comunicazione
  • ritardare le valutazioni della protesi fonatorie, del sistema di occlusione manuale e/o del sistema Above Cuff Vocalization (ACV);
Decannulazione
  • avviare la procedura di decannulazione della tracheocannula una volta ottenuti risultati negativi al test virale.
Laringectomia
Respirazione
  • Utilizzare filtri/bendaggi da applicare nella stomia;
  • l’operatore sanitario deve indossare i dispositivi di protezione individuale durante tutte le procedure;
  • utilizzare dispositivi scambiatori di calore e umidità (HME);
Aspirazione polmonare
  • effettuare modifiche urgenti della (Tracheoesophageal Prosthesis) TEP in un ambulatorio clinico appropriato e con appositi dispositivi di protezione individuale;
  • migliorare eventuali perdite della TEP attraverso tappi protesici e/o, se appropriato, apportare modifiche al regime alimentare del paziente;
Voce alaringea
  • utilizzare un dispositivo di comunicazione a mani libere
  • in caso di inefficacia della TEP, tentare appropriati mezzi di comunicazione alternativi;
  • igienizzare frequentemente il dispositivo e le mani.

 

I ricercatori concludono che sono necessari frequenti aggiornamenti sulle linee guida per informare al meglio tutti i professionisti del settore, ed in particolare i logopedisti, al fine di garantire sicurezza e qualità per i pazienti e per gli operatori sanitari stessi.

Reference

Vergara J, Starmer HM, Wallace S, et al. Swallowing and Communication Management of Tracheostomy and Laryngectomy in the Context of COVID-19: A Review [published online ahead of print, 2020 Oct 15]. JAMA Otolaryngol Head Neck Surg. 2020;10.1001/jamaoto.2020.3720.

Vincenzo Grancagnolo
Vincenzo Grancagnolo
Dottore in Tecniche Audioprotesiche, Catania